Seguici    
Accedi
 

"Hitler collezionista"

Adolf Hitler fu un amante respinto della pittura. Da giovane sognava di diplomarsi all’Accademia viennese di Belle Arti, ma non riuscì neppure a iscriversi. All’esame di ammissione fu bocciato per “scarsa attitudine” dopo una disastrosa prova di disegno. Poi imboccò la strada funesta della politica, senza però mai trascurare la propria passione per i pennelli e la tavolozza, che gli ispirava la pittura di acquerelli e l’acquisto di quadri di autori più o meno celebri. Le sue inclinazioni di collezionista sono state a lungo uno degli angoli poco esplorati nell’esistenza del tiranno nazista. 

Vedi le altre puntate

Sei lezioni di Salvatore Settis

Mostre

The Making Of

Mostre

Focus

Mostre

Art rock

Focus

Libri d`arte

Preview

Extra

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo