Seguici    
Accedi
 

Ordine

L’inventario delle opere d’arte in questo paese diventa un’ impresa impossibile, salvo accorgersi, nei momenti di emergenza, tra tutti pensiamo al terremoto de l’Aquila, che non abbiamo un catalogo unico dei nostri beni artistici.  

All’interno del nostro patrimonio, per grande parte dunque ancora ignoto, gli archivi occupano un posto di rilievo. Sui giornali qualche tempo fa è scoppiata una polemica a proposito dell’archivio Vasari, venduto dagli eredi ad un magnate russo. Una vicenda dai contorni ancora incerti, resa più misteriosa  dalla morte dell’acquirente a settembre, ma che ha suscitato polemiche a non finire: l’archivio non deve essere venduto, deve restare in Italia; anche qui, come per il terremoto, confermandosi la regola dell’emergenza perché dell’archivio Vasari, e in genere del grande valore degli archivi italiani, chi si preoccupa? Siamo andati a chiederlo alla persona che, per ruolo istituzionale, ne sa di più. E abbiamo scoperto che gli archivi nascondono insospettabili giacimenti di cultura. 

Vedi le altre puntate

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo