Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Arte tra cinema e letteratura al Festival del Cinema di Roma

Nell’ambito dell’undicesima edizione della Festa del Cinema di Roma all’Auditorium Parco della Musica, la casa di produzione In Between Art Film, creata da Beatrice Bulgari, presenta, in collaborazione con la galleria Magazzino e la Kunsthaus di Zurigo, l’installazione Magnificent Obsession di Matthias Brunner.


L’opera, presentata per la prima volta in Italia, fa parte della collezione della Kunsthaus di Zurigo ed è composta da quattro schermi inseriti in una libreria appartenuta a Douglas Sirk, di cui Brunner ha comprato tutta la biblioteca, autore di capolavori come Lo specchio della vita e Magnifica Ossessione, pellicola del 1954 con Rock Hudson, a cui Brunner si è ispirato per il titolo della sua opera.


Le scene selezionate dall’artista per la sua opera riguardano esclusivamente momenti in cui compaiono libri o aspetti che riguardano la letteratura, come l'aspetto dello scrivere (Fuoco Fatuo, 1963, Louis Malle),  o stampare (Le due inglesi, 1971, Francois Truffaut), il recarsi in libreria (Lettera da una sconosciuta, 1948, Max Ophuls) l’incontro in una libreria (Colazione da Tiffany, 1961, Blake Edwards) o l’interpretazione di un testo (Splendore nell’erba, 1961, Elia Kazan).


Brunner ha scelto alcuni dei più significativi adattamenti cinematografici di capolavori letterari di grandi scrittori, come Marguerite Duras (Hiroshima mon amour), Alberto Moravia (La noia) e Raymond Quenau (Zazie nel metrò), affiancadoli alle pellicole di registi che hanno incentrato la loro ricerca su aspetti dal sapore letterario, come Claude Chabrol (I cugini e Le Beau Serge), Francois Truffaut ( I 400 colpi), Alfred Hitchcook (Gli uccelli e Marnie), Elia Kazan (Splendore nell’erba), Louis Bunuel (Il diario di una cameriera e Bella di giorno), Jean-Pierre Melville ( La carne e l’anima).


Un effetto di straniamento, una sorta di coreografia di immagini che sono pura poesia visiva è suscitato dal particolare montaggio immagini/sonoro: lo spettatore immergendosi nello spazio è circondato da cinema  e letteratura.

Matthias Brunner. Magnificent Obsession

Festa del Cinema di Roma

Auditorium Parco della Musica

Fino al 23 Ottobre 2016
 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo