Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Da Budapest a Milano per scoprire molti capolavori

Si deva ad una momentanea chiusura per lavori di ristrutturazione,  l'importante occasione culturale offerta dalla mostra "Da Raffaello a Schiele" ospitata  al Palazzo Reale di Milano.  E' proprio a causa di questa particolare circostanza che il Museo di Belle Arti di Budapest ha accettato di prestare numerosi suoi capolavori all' esposizione milanese. Pur non essendo tra i più conosciuti al mondo, il museo ungherese vanta una raccolta di opere tanta variegata quanto di qualità. Si va dal Cinquecento al Novecento, da Raffaello e Tintoretto a Cranach e Durer fino  a Goya e Velazquez per finire con i vari Cezanne e Manet. Noi abbiamo intervistato il curatore, Stefano Zuffi che  ci ha fatto da guida, sala per sala,  sottolineando come in realtà l'identità europea, almeno  attraverso l'arte sia stata davvero raggiunta

"Da  Raffaello a Schiele"

Milano,  Palazzo Reale. 

17 Settembre  2015 - 7 febbraio 2016

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo