Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Il grido di Andy Warhol

Il 26 novembre 1980 il quotidiano “Il Mattino” di Napoli titolava sulla prima pagina “Fate presto”. Il sollecito si riferiva ai soccorsi, urgenti, alle popolazioni dell’Irpinia colpite dal terribile terremoto.

Il gallerista napoletano Lucio Amelio decide di coinvolgere alcuni artisti commissionando opere che lasciassero il segno di questo tragico evento. 

Tra gli artisti invitati, Andy Warhol crea un’opera della serie “headlines”, un’opera-titolo realizzata rielaborando titoli di giornali. In questo caso, l’artista lavora sul formato e sui toni cromatici dell’originale e crea il trittico “Fate presto”: tre tele monumentali che riecheggiano la grandezza del disastro e chiedono ad alta voce, ripetutamente, i soccorsi. 

Angela Rorro, storica dell’arte, commenta l’opera conservata presso Palazzo Reale di Caserta nella Collezione “Terrae Motus”, realizzata negli anni ’80 da Lucio Amelio.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo