Seguici    
Accedi
 

Il nuovo splendore delle Terme antiche

La Città Eterna continua a restituirci gioielli del passato svelando le sue architetture colossali. Dopo un restauro di quattro anni, torna a splendere un altro dei maestosi ambienti delle Terme di Diocleziano, l’Aula in origine progettata per la raccolta delle acque e collegata alla sfarzosa piscina a cielo aperto.

Realizzate soltanto in otto anni, tra il 298 e il 306 d.c., capaci di accogliere circa tremila persone contemporaneamente, le Terme di Diocleziano dal 1889 divengono sede del primo museo statale della capitale.

Un luogo prezioso che consente un affascinante percorso nella storia della città, e dove, negli spazi appena riaperti al pubblico, si esibisce un ulteriore tesoro: il mosaico di ottanta metri quadrati con le figure di Ercole e Acheloo, proveniente dalla villa di Nerone ad Anzio, considerato il più grande dell’antica Roma.  

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo