Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Jean-Michel Guenassia: l`ultimo amore di Van Gogh

Ne Il valzer degli alberi e del cielo (tradotto da Francesco Bruno per Salani) Jean-Michel Guenassia dà voce alla figlia di Gachet, il dottore ritratto da van Gogh in Bretagna. Marguerite, una diciannovenne orfana di madre, resta folgorata dalla pittura dell’uomo che suo padre invita spesso in casa. Il van Gogh di Guenassia è un trentasettenne nel pieno della sua stagione creativa, energico, entusiasta; si lascia amare dalla ragazza, ma non le promette nulla, per lui conta solo la sua arte. Il valzer degli alberi e del cielo, oltre a raccontare questa storia d’amore, offre una versione particolare della morte del pittore e sostiene che molti dei suoi quadri risalenti a quel periodo sono falsi. Guenassia alterna la narrazione di Marguerite con cronache d’epoca e brani di lettere, portando avanti un gioco tra realtà e finzione.

Abbiamo intervistato Jean-Michel Guenassia in occasione di Tempo di Libri, la Fiera dell'editoria italiana. La traduzione è di Francesca Ciotti. 

 

Jean-Michel Guenassia è nato ad Algeri nel 1950. Avvocato di professione, scrive alcune sceneggiature per la televisione e per il teatro. Nel 1986 esce il suo romanzo poliziesco, scritto con Liana Lévi, Pour cent millions che gli vale il premio Michel Lebrun. Nel 2009 pubblica il suo primo romanzo, Il club degli incorreggibili ottimisti, edito da Albin Michel, presentato dall'editore come "il primo romanzo di uno sconosciuto di 59 anni" che viene tradotto in dieci paesi. Nel 2012 pubblica La vita sognata di Ernesto G. e nel 2015 La mano sbagliata edito da Salani.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo