Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

L’arte nel segno della poesia

La bandiera senza colore di Giuseppe Capitano, il monumento di stracci di Jannis Kounellis, la lucciola tra le mani di Gianni Dessì, il nero di Giosetta Fioroni, l’impeto coloristico di Carla Accardi, gli infiniti volti del ritratto anonimo di Sten & Lex, gli emarginati di Matteo Basilé. E poi l’omaggio emozionale di Maurizio Savini che assembla insieme ad altri oggetti l’ultimo assegno firmato da Pasolini poche ore prima di essere ucciso. Ventidue artisti, diversissimi per generazione e linguaggio, si confrontano con undici poesie dell’intellettuale scomparso trentasette anni fa, nella mostra .PPP Una Polemica inversa. Omaggio a Pier Paolo Pasolini, curata da Flavio Alivernini e allestita a Roma presso Palazzo Incontro. Ventidue creazioni per riflettere sull’irriducibile sperimentalismo dello scrittore e del regista, e per tradurre in immagini tutta la grazia, l’angoscia, la passione, la violenza e la libertà espressiva dei versi pasoliniani.

Roma, Palazzo Incontro, dal 30 ottobre al 23 dicembre 2012

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo