Seguici    
Accedi
 

La cupola fiorentina di Filippo Brunelleschi

All’epoca dei Comuni, la rivalità tra le città si manifestava anche con l’architettura: le dimensioni dei manufatti corrispondevano alla potenza e alla ricchezza della città e dei suoi governanti. In questo clima di competizione si inserisce il progetto ambizioso e rivoluzionario della cupola della chiesa di Santa Maria del Fiore a Firenze, ideata e realizzata da Filippo Brunelleschi (Firenze, 1377 - 1446), che vanta l’impressionante dimensione della diagonale interna di 45 metri.  Per lungo tempo gli studiosi hanno cercato di svelare il mistero della costruzione di questo manufatto, di cui non è rimasto alcun documento né disegno progettuale. L’architetto Massimo Ricci dopo anni di studio è riuscito a ricostruire la tecnica messa in opera dal progettista fiorentino. Il segreto sembra essere nella disposizione dei mattoni con il geniale orientamento “a spina di pesce”, che consentì al Brunelleschi di poter innalzare una cupola così grande senza bisogno di strutture portanti.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo