Seguici    
Accedi
 

La scultura "ecologica" di Alessio Deli

Alessio Deli trova il materiale per le sue sculture nelle discariche. Ferri arrugginiti, lamiere e plastica vengono manipolati, elaborati  e assemblati e acquisicono una nuova vita  tra le mani dell’artista.

Dopo il diploma dell’Accademia di Belli Arti di Carrara, Deli tenne  un corso  di arte terapia per carcerati. La limitazione dei materiali messi a disposizione dei detenuti  costrinse il giovane docente   a lavorare con materiali “di scarto”. il progetto mirava  alo stesso tempo a un  recupero spirituale del detenuto e allo stesso rivalorizzava  la sostanza della materia.

Questa esperienza ha trasformato  radicalmente il giovane artista sia a livello umano che a livello artistico : con un approccio poetico e filosofico ricompone rifiuti  della nostra società in un insieme nuovo e sorprendente.

Oggi le sculture di Alessio Deli  fanno parte delle collezioni private e dei musei.

 Vi poterebbe anche interessare L'arte ecologica di Piero Gilardi 

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo