Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Le biblioteche dell`antichità

Bruciò nel 192 d.C. la Biblioteca Pacis, con l’immenso tesoro delle pergamene, dei codici, dei ricchi arredi che la decoravano. Fondata da Vespasiano, costituì un vivace centro polifunzionale che accolse studiosi di ogni disciplina.

Indaga sui luoghi della cultura nell’antica Roma e ne ricostruisce un’ articolata mappa, la mostra La Biblioteca Infinita, nata proprio dalla necessità di ricomporre in un contesto unitario i risultati dei più recenti scavi nel Templum Pacis, e di presentare la scoperta avvenuta nel 2008, di un altro importante polo culturale romano: gli Auditoria di Adriano.

Centoventi i reperti esposti, tra statue, affreschi, rilievi, strumenti e supporti di scrittura, che  documentano l’evoluzione del libro e della lettura nel mondo greco-romano, dall’età ellenistica all'età tardo antico, e restituiscono, attraverso uno scenografico allestimento, gli ambienti delle biblioteche pubbliche e private, come quella presso la Villa dei Papiri di Ercolano, dove si scambiava e custodiva il sapere.

Roma, Anfiteatro Flavio: La Biblioteca Infinita. I luoghi del sapere nel mondo antico

fino al 5 ottobre

  

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo