Le Forchette Parlanti di Bruno Munari

“Complicare è facile, semplificare è difficile. Per complicare basta aggiungere tutto quello che si vuole, colori, forme, azioni, decorazioni, personaggi, ambienti pieni di cose… La semplificazione è il segno dell’intelligenza”. 
Così affermava Bruno Munari, figura eclettica di intellettuale, che ha intrapreso, sovrapponendole, le carriere di artista, designer, educatore, scrittore.
Una vita dedicata alla totale espressione della creatività che l’artista ha declinato in ogni modo. Una vitalità straordinaria, alimentata sempre da ironia e curiosità, ha permesso a Munari anche di divagare sulla funzione degli oggetti per giocare in libertà, fino a realizzare cose inutili, come le Forchette Parlanti.
Questa serie, forchette in acciao inox piegate all’espressività a discapito della funzione, sono un esempio emblematico di un’arte che si permette di concentrarsi esclusivamente sull’esercizio della fantasia.
E’ lo stesso Munari a spiegarlo: “questo delle forchette è un gioco, una specie di ginnastica mentale, come quello che faccio con i bambini”.

Commenta

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo