Seguici    
Accedi
 

Le meraviglie del Barocco arte totale

É  stata un' occasione importante per conoscere a trecentosessanta gradi l'universo "barocco" quella offerta dalla mostra  "Barocco a Roma. La meraviglia delle arti" tenutasi a Palazzo Cipolla a Roma nel 2015

La città fu infatti nel Seicento il centro culturale del mondo e attrasse una lunga teoria di artisti, non solo italiani, che, grazie anche alla politica della Chiesa, finirono per sfidarsi l'un l'altro raggiungendo in questo modo vertici di grande creatività.
In mostra erano presenti oltre 200 opere, tra sculture, disegni, dipinti e svariati oggetti che testimoniano bene come quella barocca sia stata un'arte modernissima, perché si è espressa in tanti campi diversi andando "dal cucchiaio alla città".

In questa intervista i due curatori, Maria Grazia Bernardini e Marco Bussagli, ci fanno capire quanto sfaccettato e contraddittorio sia stato il barocco, quali principi e intenti lo abbiano animato e ci raccontano le opere più importanti che era possibile vedere nell'esposizione. Per i più curiosi non mancano alcune chicche riguardanti Bernini, il suo difficile rapporto col papa Innocenzo x  e soprattutto con la sua fedifraga amante...

Va  segnalato che, in modo assolutamente originale e opportuno, la mostra ha offerto al visitatore l'opportunità davvero unica di proseguire la visita entrando in alcuni luoghi barocchi della città solitamente chiusi al pubblico.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo