Le prime ville palladiane

Villa Foscari "La malcontenta" a Gambarare di Mira, il Tempietto, Villa Barbaro a Maser, Villa Marcello/Curti a Bertesina. Sono le prime realizzazioni di Andrea di Pietro della Gondola, nato a Padova nel 1508, una delle menti più fertili e influenti nella storia dell'architettura occidentale. Andrea Palladio rivoluzionò il concetto di villa. Non più luogo di villeggiatura e ozio, ma nucleo produttivo, cuore dell'attività agricola della campagna veneta. "V'è davvero alcunché di divino nei suoi progetti, né meno della forza del grande poeta, che dalla verità e dalla finzione trae una terza realtà, affascinante nella sua fittizia esistenza". Così Goethe giudicava Palladio nei suoi diari di viaggio, una delle voci che segnano la fortuna critica del padovano, continua e costante dalle origini a oggi.


 

Commenta

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo