Seguici    
 
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

Libertà e ironia. Il design dei fratelli Castiglioni

Una vera vocazione di famiglia, quella dei Castiglioni: il padre scultore, i tre figli architetti, protagonisti indiscussi fin dagli anni ’50, e per oltre mezzo secolo, del design italiano e della storia del costume del nostro Paese. Nel periodo della ricostruzione, sono attivi principalmente nel restauro di edifici e nella progettazione di nuove costruzioni. Ma sono gli oggetti che più interessano la creatività di Livio, Achille e Pier Giacomo Castiglioni. Dall’invenzione più diffusa sebbene meno nota, l’interruttore rompitratta, all’icona assoluta, la lampada Arco, il loro design si caratterizza per una grande libertà di progetto applicata con intelligente ironia.  Molti di questi oggetti prendono vita da una geniale intuizione: trasformare un ordinario oggetto quotidiano in un progetto di design. Così i Castiglioni regalano una nuova vita al sedile delle macchine agricole (lo sgabello Mezzadro), al faro per le automobili (le lampade Luminator), ai fili per la pesca (lampada Toio), e molto altro. Quasi unici per la capacità di mediare tra un immaginario fantastico e le strette esigenze di marketing, progettano oggetti e ambienti con forme continuamente diverse, geometriche o organiche, irreali o rigorosamente funzionali, ma sempre ottenute con la tecnica dello stravolgimento che ricorda molto le esperienze surrealiste e dadaiste. Profondamente impegnati a coniugare espressività e funzionalità dell’oggetto, con i loro lavori hanno traghettato il design italiano dalla dimensione dello stile legato al gusto e al costume a quella di un progetto stabile nel tempo. Senza rinunciare alla ricerca sulle tecnologie, i materiali, i processi produttivi, hanno saputo dare al prodotto industriale significati completamente diversi, ironia, divertimento ma anche invenzione ed estrema praticità.

Nella fortunata serie televisiva “Lezioni di design”, Achille Castiglioni (1918-2002), parla con immutata passione della sua carriera, una lunga strada percorsa con i fratelli, dei suoi oggetti, dell’evoluzione del design italiano.

(la clip contiene alcuni brani estratti dal film "I fratelli Castiglioni", 1967, realizzato dallo Studio di Monteolimpino di Bruno Munari e Marcello Piccardo www.monteolimpino.it)

Commenta

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo