Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Milton Gendel: una carriera tra reali e artisti

Milton Gendel, giornalista e fotografo americano, nato nel 1918,, ha vissuto più di sessant’anni della sua vita a Roma. Alla Columbia University era l’assistente di  Meyer Shapiro, il quale l’ha introdotto al mondo dell’arte newyorkese,  all’epoca molto più ristretto di quanto lo sia oggi. Così Milton ha avuto modo di conoscere i surrealisti venuti in esilio a New York durante la Seconda Guerra mondiale, come Andrè Breton e Max Ernest, oltre ai grandi artisti americani dell’espressionismo astratto come Willem De Kooning e Robert Motherwell, con il quale stringe un rapporto particolare.

L’amicizia con Peggy Guggenheim, iniziata prima della guerra, persiste anche  nei tempi di pace e ha modo di intensificarsi  in virtù del trasferimento di entrambi in Italia.

Il fotografo sposa una donna inglese, amica intima della principessa Margaret d’Inghilterra, che  per diversi anni  è ospite della coppia in Italia. Margaret invita a sua volta la giovane coppia a trascorrere le vacanze   nella sua dimora dove Gendel immortala momenti dell’atmosfera reale, ospite della famiglia anche al castello di Windsor

Milton Gendel ha donato le sue fotografie,  più di 72000 negativi, oltre ad una parte della sua biblioteca di 10.000  volumi, alla Fondazione Primoli.

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo