Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

Mircea Cantor: tra poesia e spiritualità

Uno dei primi lavori di Mircea Cantor, è stato causa della sua espulsione dall’Accademia delle belle arti di Cluj, in Romania. Frequentava il corso di fotografia e aveva deciso di immortalare la fidanzata ispirandosi al capolavoro di Courbet L’origine del mondo. L’idea non bocciata e giudicata semplicisticamente pornografica. Dal 1999 Cantor vive in Francia, sua patria adottiva. Nel 2011 ha ottenuto il massimo riconoscimento per i giovani artisti contemporanei francesi: il Prix Marcel Duchamp seguito da una mostra al Beaubourg. Le opere di Mircea Cantor sono in bilico tra politica, poesia e spiritualità, senza per questo essere didascaliche. Le suggestioni che usa sono poetiche, ma in superficie galleggia sempre la consapevolezza dei danni ideologici ed ecologici, che il nostro pianeta è costretto a sopportare. Combina simboli e culture diverse, che richiamano immagini famigliari e spiazzano lo spettatore.

Sic transit gloria mundi, Macro, Roma fino al 6 maggio 2012

Commenta

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo