Restaurare il contemporaneo

Guido Lucchini è un giovane ma già affermato restauratore torinese. In questa intervista  racconta come ha iniziato, insieme alla sua socia Marta Sanna e come si svolge il suo lavoro. In particolare si sofferma su metodologie  e problemi legati al restauro delle opere d'arte contemporanee, che spesso hanno caratteristiche molto particolari e non possono essere trattate secondo le tradizionali tecniche del restauro. Come quella volta che dovette mettere le mani su un tronco di albero sul quale era innestato un casco da motociclista.

Commenta

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo