Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Una mostra riscopre il maggior pittore del Seicento fiorentino

Carlo Dolci è stato con ogni probabilità il più grande pittore fiorentino del '600.   Era dunque giusto, per non dire doveroso, che la sua città, gli dedicasse una importante mostra affinchè potesse essere scoperto o riscoperto anche dal grande pubblico. Artista osannato dai critici e dai biografi del suo tempo,  apprezzato anche dai più illustri membri di Casa Medici, Dolci è indubbiamente pittore che stupirà chi vedrà la mostra fiorentina per più di un motivo. Intanto per il l'intensità del suo stile, rigoroso e quasi  "iperrealista", poi per la luce quasi lunare che avvolge i suoi quadri, ed in fine per la cura  maniacale dei dettagli. L'esposizione presenta quasi cento opere tra dipinti e disegni, comprese alcune opere di artisti contemporanei del Dolci o che sono stati suoi allievi.   Noi abbiamo intervistato il curatore Sandro Bellesi che ci ha raccontato molte cose interessanti sul pittore e la sua epoca e ci ha parlato di alcuni dei capolavori esposti in mostra.

Carlo Dolci

Firenze 1616 -1687

Firenze, Galleria Palatina di Palazzo Pitti

30 giugno - 15 novembre

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo