Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

Untitled, 1949 ca., di Jackson Pollock

Uno degli artisti più significativi del secondo dopoguerra, Jackson Pollock ha rinnovato totalmente non solo il modo di dipingere ma la concezione stessa di pittura, non più legata alla rappresentazione della realtà o ai canoni dell'astrattismo, quanto piuttosto campo di ricerca nel quale muoversi con assoluta libertà nei gesti, nella tecnica, nei contenuti. La tela non è più al muro o sul cavalletto, ma distesa in terra. L'artista si muove intorno alla superficie pittorica con ampi gesti e rapidi movimenti, tutto il corpo partecipa alla creazione di segni, macchie, linee, come in una danza mistica, per realizzare quei dipinti carichi di energia primordiale conosciuti come action painting. Daniela Lancioni, senior curator del Palazzo delle Esposizioni di Roma, ci spiega queste straordinarie tele.

Commenta

Tags

Condividi questo articolo

Inserisci il codice nel tuo articolo