Seguici    
Accedi

Effettua il LOGIN

Hai dimenticato la password?
REGISTRATI ADESSO!

oppure accedi tramite...

 

Aspettando la Biennale di architettura

Dalle star dell’architettura ai problemi concreti dell’abitare e dello sviluppo delle megalopoli. Dal 2006 a oggi si sono succeduti alla direzione della più importante mostra di architettura internazionale direttori molto diversi tra loro. Richard Burdett fu criticato per aver allestito una mostra didattica, fatta di numeri, rilievi e documenti fotografici. Aaron Betsky prediligeva gli aspetti più scenografici, tra cinema, installazioni, arte e immaginò una biennale in tutto simile a una mostra di arti visive. Kazuyo Sejima riportò il dibattito sui problemi dell’abitare, spostando l’obiettivo sulla popolazione. David Chipperfield, il direttore della Biennale di architettura 2012 si pone problemi concreti e chiede agli architetti di rispondere a un semplice quesito: qual è il terreno comune dell’architettura? I problemi reali su cui gli architetti devono confrontarsi in un momento di grave crisi economica mondiale e di crescita esponenziale delle città e della popolazione devono trovare soluzioni concrete e sostenibili.